CLOUDEATING.COM

Google
  cerca sul web cerca su cloudeating

 

YOU'RE ON CLOUDEATING PAGES

last update 06/02/09

home poesia articoli download send yours allaboutjazzitalia | editrici amiche: festuca | edizioni del foglio clandestino
Amsterdam walking di Laura D'Incā

Variazione su una corda d'infinito (alla luna)
Una ricerca ed uno studio sulla forma dell'Infinito di Leopardi di Gianni Mascia


Cambia sempre il mio discorso alla luna,
mentre tante volte aspetto di amarla,
mentre tante volte la vedo specchiare
tra i picchi dell'anima in canticchiare.
Ma sciogliendo le nubi,che intorno gelose
la coprono oscure di luci ammantate
di voglie d'immenso e infinito notturno,
io mi abbandono ai suoi fremiti ardenti,
come la pioggia che all'alba volge in rugiada
e mi solletica intorno in un valzer d'ardore,
quando la passione accende il parossismo
d'andare in crescendo fra umori d'alcove,
dove in possesso di venti stellari deliro,
aspergendo di seme del vecchio incensiere
villaggi deserti di anime urlanti di sogno.

Variazione su una corda d'infinito N.1

di Gianni Mascia

E infine il fine č sempre l'infinito,
laddove il tempo danza senza tempo.
Laddove veria il ritmo universale e sale,
e sale,illluminato di sole e di semenza,
il sale della vita che si schiude,
germoglia al buio e poi,luce di luce,
esplode in seme dell'aurora insieme,
dalle latebre d'orme chiaroscure,
ombre remote della prima pioggia
di caos di stelle all'urlo d'armonia.
Laddove il fato muore e poi ritorna,
morte di vita e vita nella morte,forte,
di forma e forza fiorita senza fine, e infine,
nei rimasugli sparsi bubbolando al vento,
bisbiglia ancora ritornelli arcani
in solitaria essenza di silenzio.

www.cloudeating.com