CLOUDEATING.COM

Google
  cerca sul web cerca su cloudeating

 

YOU'RE ON CLOUDEATING PAGES

last update 09/01/06

home | poesia | articoli | download | invio materiale send your poems| allaboutjazzitalia

'A Befana
di Giuseppe Ferrari

'A sira d'a vijlia d'a Befana
mpicava nu cozettu arripezzatu;
e fin' a quannu stava rispigghjatu
'e tanti sonni 'u jnchjva chjnu chjnu.

Mi dicivini ca probbiu a menzanotta
'i muri diventavini 'e ricotta
e l'acqua d'i canali ogghju e vvinu
e 'ri petri paniceddi nzinnifini.

Je rispigghjatu stava, ppe vidiru
tantu prodigiu fattu d'a Befana;
ma, comu tutti 'i voti capitava,
prima 'e chidd'ura bonu gi dormivu;

E 'ra matina,ccu 'ru scuru,prestu,
vidiva 'ru cozettu ca penniva;
nu coru mi diciva ch'eva chjnu
e n' atru ca vacanta eva 'ra festa.

C'evini pochi cosi: nu crispeddu,
na caramedda, nu turruneddu tostu,
nu sordu. Eva cuntentu, e ccomu!
Voliva diru ch'eva statu bonu.



M s' cacciata 'a fravula 'e na vota
'e subbu 'u calennariu d'a Befana
ppe r'i mintri nta 'stu munnu 'e guaj
cchj prestu 'sti poviri cotrari.

Lassamili picculiddi,ca s tali;
dunamici 'i sonni ccu 'ru jurnu 'e festa
e na Befana ca nu' dduna r'assai
e guarda bonu chi n' statu onestu.


[foto: comfusione.typepad.com]
   
La Befana
(Traduzione di Giuseppe Amoruso)

La sera della vigilia della Befana
appendevo una calzetta rattoppata
e fintanto che stavo sveglio
di tanti sogni la riempivo piena piena

Mi dicevano che proprio a mezzanotte
i muri diventavano ricotta
e l’acqua dei canali olio e vino
e le pietre piccoli pani senza fine.

Io sveglio stavo per vedere
tanto prodigio fatto dalla Befana;
ma,come tutte le volte capitava,
prima di quell’ora gi dormivo.

E la mattina,con ancora l’oscurit,subito
vedevo la calzetta che pendeva;
un cuore mi diceva che era piena
e un altro che vuota era stata la festa.

C’erano poche cose: una crispella
una caramella, un torroncino duro,
un soldo. Ero contento eccome!
Voleva dire che ero stato buono.


[www.poetare.it]


Ora si cacciata la favola di una volta
da sopra il calendario della Befana
per metterli in questo mondo di guai
pi presto questi poveri ragazzini.

Lasciamoli piccoli, che sono tali;
diamogli i sogni col giorno di festa
e una Befana che non d molto
e guarda bene chi stato onesto.

www.cloudeating.com