CLOUDEATING

Google
  cerca sul web cerca su cloudeating

 

YOU'RE ON CLOUDEATING PAGES

last update 17/11/10

home | poesia | articoli | download | send yours | allaboutjazzitalia | editrici amice: festuca | edizioni del foglio clandestino


Foto tratta da Geekdaily

Come esperta di informatica, mi capita (raramente) di rimanere colpita dalla poesia che in essa talvolta si cela; e come potevo restare indifferente al Cloud Computing ?

Il termine è piuttosto vago, evocativo, significa soltanto che si utilizza un servizio senza conoscerne nei dettagli il contenuto preciso. L'idea del Cloud Computing è che l'implementazione effettiva delle risorse sia un insieme eterogeneo e distribuito – the cloud, la nuvola – di risorse le cui caratteristiche non sono note all'utilizzatore.

La si può vedere anche così: l’idea che sta alla base è quella di offrire all’utente una nuvola di servizi che possano essere accessbili tramite un semplice browser; ma che vadano oltre i servizi già offerti dai siti web.

Ad esempio per scrivere una mail usiamo un programma di scrittura, o un software dedicato alla posta elettronica che si occupa di spedire il messaggio. Lo stesso può esser fatto con un browser, accedendo alla propria posta online dove troviamo non solo i messaggi da leggere, ma anche tutto il necessario per scrivere e inviare email.

Allora, il Cloud Computing è software che non risiede più nel computer su cui lavorate, bensì in server remoti ai quali potrete collegarvi via browser; si potrà lavorare sfruttanto la potenza non del proprio computer ma dei server che mettono a disposizione tali applicazioni.

Riferimenti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Cloud_computing
http://www.1e2.it/2010/02/storage-online/cloud-computing-cos-e-google-chrome-os-webos-icloud-oodesk.html

www.cloudeating.com