CLOUDEATING.COM

Google
  cerca sul web cerca su cloudeating

 

YOU'RE ON CLOUDEATING PAGES

last update 05/12/05

home | poesia | articoli | download | invio materiale send your poems| allaboutjazzitalia
Presentazione del libro fotografico "Cellina, il fiume degli dèi" di Beno Fignon
Conservo qualche mania
di Gian Maria Annovi
(in Nodo Sottile 4, a cura di V. Biagini e A. Sirotti, Crocetti Editore 2004)


Conservo qualche mania
per l’inverno

qualche maglia
scucita precisamente

che nelle stanze che abito
i colori
sbandano fuori dalle tende

(del tendine mi dilungavo
a parlarti)

(confusamente)

Nei momenti di lucidità,
noi guardiamo con stupore ai maltrattamenti
che perpetriamo sui nostri corpi

(Bernard Rudowsky)


Il ruolo dei tacchi
www.pensarecolcorpo.it


"Il ruolo dei tacchi e della loro altezza è stato oggetto di molta letteratura, dal momento che la loro influenza sulla marcia è evidente, specie dai tre centimetri in su. Un tacco di qualsiasi altezza mette in moto una serie di conseguenze negative sull’andatura, rendendo quella naturale -a piedi scalzi, cioè- impossibile."

Le scarpe di Anne Sexton La poesia è (di) moda [http://www.girodivite.it/antenati/xx3sec/-sexton.htm]
"Anne Sexton era una vera poetessa vamp, sempre chic, accuratissima nel trucco, vestiva di rosso e tacchi a spillo, costantemente seguita da uno staff di collaboratori. Nelle sue apparizioni pubbliche, che venivano pagate a peso d'oro, arrivava sempre in ritardo, lanciava le scarpe al pubblico a procedeva nella lettura delle sue opere con voce sensuale."

Black Dress
by Julia Kasdorf

Poised as a cruise ship, Maxine Kumin/passes through the crowd, willowy and gray,/someone's grandma by now but still lovely,/and my mind goes straight to Anne Sexton -/a sex pot in a coffin. Kumin says/they shared one reading outfit
down to the shoes. I see pointed pumps,/smokey hose, and a sleeveless cocktail sheath/shuttling between them, long phone calls/between suburban kitchens/to arrange who'd pick it up/at the cleaners, who needed it next/or who needed it most, as if success/could be shared that simply,/both of them knockouts at the podium/and so often mixed up...

Dignitosa come una nave da crociera, Maxine Kumin/passa tra la folla, flessuosa e grigia,/nonna di qualcuno, a quest'ora, ma ancora bellissima,/e la mia mente va direttamente ad Anne Sexton -/contenitore di sesso in una cassa da morto. Kumin dice/che condividevano le mise per le letture/scarpe incluse. Décolleté a punta,/calze fumé, e un tubino sbracciato da sera/facevano la spola tra loro, lunghe telefonate/tra cucine di periferia/per organizzare il ritiro/in lavanderia, a chi serviva prima/o serviva di più, come se il successo/si potesse condividere così semplicemente,/entrambe straordinarie sul palco/tanto che venivano spesso una con l'altra confuse...

(trad. Laura D'Incà)

BLOGGING

"
Ho comprato un meraviglioso paio di decolletes rosso fuoco. Posto che sono bellissime, non cercate di rapportarle a struggenti ricordi dell'omonimo film (scarpette rosse), perchè ricordano tutto tranne che qualcosa di casto e lacrimevole. Ho trovato un modo per indurre gli uomini di Milano a spostare l'attenzione su qualcosa di diverso da loro stessi e dal loro telefonino. Al momento, ho raccolto sguardi stupiti, sguardi schifati, e sguardi sbalorditi. Considerando che non avevo mai raccolto sguardi, direi di aver avuto un discreto successo."

[http://splinder.com]

www.cloudeating.com