Ascensione o Appuntamento col Sole
di Donato Ottolenghi

(dedicata a Jules Verne)

Metto radici ovunque
come una strana pianta di fragole, come
un tropicale atleta vegetale...

Anche il Sole, che d’improvviso
a tratti, stamane,
mi colpisce con la sua freccia di diamante
non mi ferma su questo sentiero alpestre
non ferma il mio passo deciso a ghermire l’incendio
che fra poco si accenderà sulle scure cime.

Le lunghe ombre del mattino
disegnano arabeschi violetti sui pascoli deserti
e il silenzio della montagna all’alba
e il tamburo ritmato dei miei passi
e il tamburo ritmato del mio cuore
e l’alitare lieve e vaporoso del mio respiro
si accordano con le montagne, e attendono il Sole.

Fuoco Sole vulcano.
Fuoco sui ghiacciai, fuoco sulle punte degli abeti,
fuoco come acciaio fuso sulla lama del crinale,
falce di fuoco che sfiora come una lieve ardente carezza
i radi prati degli alti pascoli,
vulcano iridescente in ogni goccia di rugiada che presto evapora.


APPUNTAMENTO COL SOLE

Nel cuore di ogni donna
si nasconde un diamante.
Ma nel cuore di ogni uomo
si nasconde un vulcano
il cui fuoco forgiò il diamante
in ere lontane.




E così
ognuno di noi porta con sé
il suo frammento di Sole
come sogno d’un appuntamento
inciso nella propria essenza
nascosto da ere lontane.
……………………………

Non mi preoccupo se
tornando a casa la sera
corro incontro al Sole che corre,
so di avere un appuntamento
e seguo con lo sguardo questo Sole sempre più rosso,
che mi indica la strada
una strada infallibile tra le brume
che prima o poi incontrerà la mia.

La sera ho appuntamento col Sole perché
il mio sogno è dove il Sole va di notte.

Il paese del sogno è il paese del Sole di notte.

Corri corri incontro al Sole che tramonta,
corri corri incontro alla Morte,
e dove va?
Il Sole muore, il sole va
dove la morte è sogno, e dove la notte è Sole.

Un vulcano è il Sole.
Nella terra, e di notte, il vulcano brilla,
Tycho Brahe nel tuo cuore, e ne nasce un diamante.
Morti come sonni di pianeti polari,
inverni infiniti di gelo,
che però conservano
del loro Sole il fuoco di un vulcano.
……………………………

Un giorno, la Luna si sveglierà.

29/8/1998, 7/3/2000, 13/9/2004