Cristiano Mattia Ricci
Poemetto beffardo
(continua)

3

riprende delirio e debutto
trasognato barcolla composte le sue grida
sinatra franck farnetica sinatra, lo dice
con suono bilingue e aggraziato
dispone il silenzio con tutta la voce
esplicita particolari energetici, ricorda
a questi altri il suo mondo dipinto
equivalente all'attuale grigiore e questa
sua nostalgia propria vede al presente con gioia,
giace distrutta e spiega il suo mondo con modi contrari.


4

con dita tra loro simili
elegante e ubriaco simula
il pettine enorme da medico
e di pettinare finge gigante la terra

l'occhio pesa oltre lo staff fermo
e muto appoggia la testa ai caldi palmi
di sangue
posto in equilibrio il pettine
nel vuoto si arresta a pensare.