da Se porti il bene o il male
di Evgenij Evtusenko

Se porti il bene o il male
sarÓ il tempo a deciderlo.
Ma appena sto con te,
io divento peggiore.
Mi telefoni spesso,
e ogni volta in risposta,
per mio desiderio,
la vicina
ti ripete che non sono a casa.
E tu mi tormenti ogni giorno
con una lettera nuova.

Che cosa fare con te?
Che fare con me stesso?!
M'ingegno di osservare
i tuoi sogni a mente fredda.
Di escogitare un mezzo
per disinnamorarti.

Sei adesso all'Ermitage,
mi stai telefonando,
e sai
che ti diranno
che non sono a casa.


(in "Lunario dei giorni d'amore", Einaudi, 1998 a cura di Guido Davico Bonino)

www.cloudeating.com