Haiku Furlans Poesia dei magredi
di Beno Fignon, SocietÓ Filologica Friulana, Udine, 2001

Il magredo Ŕ la terra brulla e friabile tipica della regione del Friuli, che all'autore ha dati i natali. Milanese d'adozione, Beno Fignon Ŕ poeta stimato e produttivo. Questi brevi componimenti, rispettano in parte la tradizione haiku autentica: sono fotografie da guardare con gli occhi dell'anima, nelle quali i ghiacci, i monti, gli alberi e altri aspetti del paesaggio naturale e del succedersi delle stagioni, vengono colti con maestria e ironica sensibilitÓ. In friulano, con traduzione in italiano, raggruppati per tema: sabbia, ghiaia, grava, sassi.

da Saval˛n

63.

A suna tal furment
la ciapan¨ta viola
---- un rosÓre de mistŔrus.

(Suona nel frumento/ la campanula viola / un rosario di misteri)
da Grava

67.

Besˇul. Zbov¨ta zala
s˛fleme tal cuˇl
---- ''na trŔcia de violes.

(Solitudine. Venticello ocra/ soffiami sul collo / una treccia di viole)
da Claps

398.

Co 'l vuÓrda i magrŔit
al cÚil a se fruzýgna.
---- Blancs i claps.

(Quando guarda il magredo/ il cielo si affumica./ Bianchi i sassi.)

www.cloudeating.com