Nell'impero del vento
Senectus ipsa est morbus
di Luigi Medri

Ad evocare Atlantidi sommerse
oro di sogni dissipai distratto
ed ora tardi risvegliarmi attento:
il tempo e la ragione hanno disfatto
la belle torri che fondai nel vento



Nell'impero del vento
Infanzia
di Luigi Medri

Con quanto amore fu raccolto il fieno;
nuvole nere sopra casa mia.
Sparavano in cielo col cannone
lampi di ferro per strapparle via
sulle campagne di color limone.