Due balze pi¨ sopra, il muro
Ŕ freddo e muto. In aria il fumo
si perde con il filo dei rami,
gli uccelli ruotano, appesi
dietro alla lama di un pesce.

Tutto si fa curvo, veloce come a Cagnes,
grandi tronchi imbandierano il vento,
e di quest'autoritratto come albero,
da cui ti scrivo, presto non si scorgerÓ
che il ripido pendio e nessun
osservatorio in bilico su una terrazzetta. 

(FelicitÓ, Ermanno Krumm)

www.cloudeating.com