Dream #2

Selima Hill once wrote, “All poetry, is love poetry”

Dream #2
by Laura D’Incà

Candyfloss clouds hanged soft and mellow
and red blue yellow balloons were blown
through the dazzling daylight.

We kissed — so awfully deep kisses
and you pushed me against the door

Just in the middle of the fair
there was a fridge — I saw it

A merciless man called you outside
and in a flash of singing voices
in a windy chorus of gently laughs

A crowd of swallows lifted behind you

Sogno #2
di Laura D’Incà

Nuvole di zucchero filato appese dense e morbide
e palloncini rossi blu gialli soffiati
nella la luce abbagliante del giorno

Ci baciavamo – baci così tremendamente profondi
e tu mi spingevi contro la porta

Proprio nel bel mezzo della fiera
c’era un frigo — l’ho visto

Un uomo impietoso da fuori ti chiamava
e in un lampo di voci in canto
in un coro come vento di risate gentili

Una folla di rondini alle tue spalle [in volo] si levava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.